Scoprono una truffa immobiliare milionaria a Tenerife


La Polizia Nazionale ha smantellato a Tenerife una continua truffa di oltre 800.000 euro portata avanti da una coppia che ha agito come agenti esterni di una riconosciuta società immobiliare. Il matrimonio ha chiesto denaro come segni o riserve e poi ha sequestrato il denaro delle loro vittime.

Cominciarono a ricevere analoghe denunce gli agenti della Polizia di Stato da parte di persone che dichiaravano di aver sottoscritto contratti di deposito penitenziario per l'acquisto di case, consegnando ingenti somme ad una società immobiliare che si risolvevano con la perdita di denaro e senza possibilità di acquisire il Casa.

Il modus operandi consisteva nell'acquisizione dei dati dai clienti della rinomata società immobiliare, che attraverso l'agenzia stessa effettuavano acquisti fittizi degli immobili. I potenziali acquirenti hanno pagato somme fino a 85.000 euro, in alcuni casi, per prenotare una casa che non sono mai riusciti ad acquisire.

L'indagine ha innescato un dispositivo di polizia, che dopo l'autorizzazione giudiziaria, è culminato con l'ingresso e la perquisizione di una lussuosa casa del valore di un milione di euro situata nella zona di Puerto de la Cruz, dove è stato arrestato e messo a disposizione il matrimonio. autorità competente.

Fonte: El Dia