Perché Tenerife è una buona destinazione per investire


Tenerife è la città più grande e popolata delle Isole Canarie. Attualmente la domanda di investimenti in questa città è stata elevata, anche perché il turismo svolge un ruolo importante nello sviluppo della sua economia. Il clima caldo durante tutto l'anno e lo stile di vita rilassato sono diventati anche uno dei motivi per cui molte persone cercano di fare i loro investimenti in questo luogo.

Stai pensando di fare un investimento ma non sei sicuro che Tenerife sia la destinazione che fa per te? In questo nuovo articolo ti mostriamo alcuni dei motivi principali per cui Tenerife potrebbe essere il posto che stai cercando.

Promuovere l'attrazione degli investimenti

Per quanto riguarda l'area fiscale, Tenerife gode anche del miglior regime fiscale grazie all'istituzione della ZEC (Zona Canarie) con un'imposta sulle società del 4%.

Nel 2021, la Zona Speciale delle Isole Canarie è iniziata con un'agenda per promuovere l'attrazione di investimenti nelle isole nel mezzo di uno scenario avverso. È un momento in cui il tasso di disoccupazione giovanile supera il 60% e il turismo è in stato vegetativo a causa dell'emergenza sanitaria Covid19.

La ZEC è stata autorizzata dalla Commissione Europea (CE) e regolata dalla Legge 19/94 del 6 luglio 1994. Consente alle aziende di pagare fino al 4% fintanto che si genera occupazione nelle isole. Il presidente della ZEC sottolinea che la piattaforma low tax è lo strumento fondamentale per la diversificazione, il rilancio e l'internazionalizzazione dell'economia canaria.

Aumento del settore delle imprese

Come stabilito, le aziende ZEC restituiscono 3,5 euro per ogni euro che ricevono. Nel 2019 la ZEC ha chiuso con un aumento del 33% nelle società registrate e del 13% nei progetti imprenditoriali autorizzati, con un investimento impegnato di oltre 1.964 milioni di euro.

Nel registro ufficiale degli enti della Zona Speciale delle Isole Canarie, è stato riferito che nel 2019 c'erano 656 società registrate, che si sono impegnate a creare 9.778 posti di lavoro e ad investire 1.076 milioni di euro nelle Isole Canarie. Dal 2014 è aumentato il numero delle imprese iscritte alla ZEC, tanto che si è registrato un aumento del 44%, e in termini di progetti autorizzati si registrano anche incrementi annuali costanti.

Crescita degli investimenti

L'incremento maggiore si è verificato nelle società iscritte nel 2019, tanto che i 114 soggetti iscritti all'anagrafe rappresentano un incremento del 33% rispetto all'anno precedente. Queste aziende si sono impegnate a creare 1.398 posti di lavoro e un investimento di 98,8 milioni di euro.

Quasi il 70 per cento di queste aziende svolge attività di servizi. Il 58 per cento del capitale è dall'estero, soprattutto dall'Unione Europea, e proviene da 28 Paesi, tra i quali l'anno scorso si sono distinti quelli di origine italiana, seguiti dai tedeschi e dal Regno Unito.

L'aumento dei progetti imprenditoriali

In aumento anche il numero delle autorizzazioni, tanto che nel corso del 2019 sono stati autorizzati 163 progetti imprenditoriali, il 13% rispetto al 2018, e questi progetti si sono impegnati a generare 2.392 posti di lavoro e ad investire 1.964.052.703 euro (una cifra che supera l'investimento cumulato registrato dalla ZEC) .

Il settore industriale rappresenta il 20% dei progetti acquisiti (1% in più rispetto all'anno precedente), il che contrasta con una certa stagnazione in termini regionali e rafforza il carattere anticiclico di questo strumento. Il restante 11% corrisponde a progetti di commercio e distribuzione.