Le chiavi della crescita sostenuta del settore immobiliare nel 2022


Il 2021 è stato un anno di ripresa e, poiché le restrizioni di viaggio sono state revocate e i programmi di vaccinazione sono avanzati, gli acquirenti internazionali e spagnoli hanno cercato di acquisire proprietà spagnole e, di conseguenza, il 2022 ha visto ottimi risultati su tutta la linea.

Le vendite sono aumentate vertiginosamente e, in alcune aree, sono tornate ai livelli pre-pandemia. Anche i prezzi sono aumentati di nuovo con gli immobili di nuova costruzione.

Scenario economico nel 2022

In un contesto generalmente positivo per il mercato immobiliare spagnolo, c'è anche un diffuso ottimismo per l'economia. Quest'anno la Spagna ha registrato una solida crescita del PIL e ha appena ricevuto miliardi di euro in fondi europei, il che costituisce un'enorme iniezione nei bilanci del Paese.

Inoltre, i risparmi delle famiglie sono tornati ai livelli pre-crisi. L'ultima analisi di Bankinter per il settore immobiliare in Spagna prevede che i risparmi delle famiglie continueranno ad aumentare nel 2022, quindi sembra probabile una maggiore liquidità tra gli acquirenti.

Prezzi degli immobili in Spagna

Quindi cosa significano un'economia e un mercato immobiliare in crescita per i prezzi delle case il prossimo anno? Il trend del 2021 è stato al rialzo e tutto indica che il 2022 vedrà uno scenario simile. Bankinter attualmente prevede un aumento dei prezzi complessivo del 2% il prossimo anno. Si stima che il rimbalzo sarà maggiore, in particolare nelle zone più richieste della Spagna.

C'è sicuramente molto spazio per la crescita poiché i valori degli immobili spagnoli rimangono ben al di sotto del picco raggiunto nel 2007. Secondo l'ultimo rapporto di mercato di Tinsa, si sono attestati a -29% nell'ottobre di quest'anno. Inoltre, con i tassi di interesse ancora ai minimi storici, pochi prodotti di investimento offrono gli stessi rendimenti degli immobili.

Vendite di immobili spagnoli nel 2022

Con i risparmi ai livelli pre-crisi e il tasso di interesse sui mutui Euribor ancora sotto lo zero, tutto fa pensare a una forte domanda di alloggi per il prossimo anno. Bankinter prevede circa 500.000 operazioni, cifre simili a quelle viste l'ultima volta nel 2007. Di queste, 400.000 sarebbero vendite di seconda mano e le restanti 100.000 di nuova costruzione.

Le vendite di terreni continueranno a registrare una forte crescita. Gli acquisti in questo settore sono aumentati di circa il 45% finora quest'anno, un tasso che ha spinto i prezzi dei terreni in Spagna dell'11%. Bankinter prevede aumenti più moderati dei prezzi dei terreni nel 2022 ma continuità nella domanda.

Le nuove tendenze dello stile di vita istigate dalla pandemia hanno alimentato la domanda di nuove proprietà di costruzione. Questi offrono case più grandi e finiture di qualità superiore, entrambe caratteristiche molto ricercate tra gli acquirenti di case.

Bankinter sottolinea che il mercato potrebbe facilmente ospitare 100.000 nuove aggiunte l'anno prossimo dopo le 90.000 di quest'anno. I dati sono in netto contrasto con quelli del 2013, quando in Spagna è iniziato lo sviluppo di sole 34.000 nuove proprietà.

L'avanzata della digitalizzazione

Gli esperti spiegano che l'arrivo della pandemia ha cambiato il modo in cui viviamo e, quindi, il tipo di casa di cui abbiamo bisogno; un altro dei fattori che hanno favorito l'elevato incremento delle transazioni nel mercato immobiliare. Pertanto, la tecnologia si posiziona come un anello chiave per rispondere alle nuove esigenze sia degli acquirenti che dei venditori.

Secondo l'ultimo rapporto Casavo, l'86% degli spagnoli residenti a Madrid e Barcellona che stavano vendendo un immobile per tutto il 2021, ha dichiarato di essersi rivolto a operatori immobiliari. Che la vendita avvenga in proprio o tramite l'intermediazione di un operatore immobiliare, quello che sembra evidente è l'utilizzo dei canali digitali per pubblicizzare la casa. L'81% degli operatori opta per piattaforme e pagine internet, soluzione scelta anche dal 77% dei venditori che decidono di gestire in proprio la vendita.

Perché aspettare fino al 2022 nel settore immobiliare?

Tutto all'interno del più ampio contesto economico indica un anno forte per il settore immobiliare spagnolo nel 2022. E con i prezzi e la domanda che continuano la loro tendenza al rialzo, ha senso dal punto di vista finanziario acquistare ora piuttosto che aspettare fino al prossimo anno.

Se vuoi dare un'occhiata a cosa c'è sul mercato dell'isola di Tenerife, contatta il nostro team di esperti. Saranno felici di consigliarti la posizione migliore e la proprietà che fa per te.

Fonte: L'economista