Conoscere i dettagli sul Piano abitativo statale 2022-2025


Il nuovo Piano di Edilizia Pubblica 2022-2025 fissa obiettivi a medio e lungo termine per aumentare il numero di case in Spagna, in particolare contratti sociali e prezzi accessibili. In questo nuovo post sul blog daremo uno sguardo alle principali problematiche affrontate da questo programma di sostegno e indicheremo chi potrà usufruire delle sovvenzioni.

La Gazzetta Ufficiale dello Stato (BOE) ha pubblicato il Regio Decreto 42/2022 del 18 gennaio, che regola il Piano di Affordabilità dell'Edilizia Pubblica 2022-2025. Dopo aver apportato le modifiche al Piano Casa 2018-2021, i programmi sono stati orientati al mercato degli affitti (in contrapposizione a quello immobiliare), oltre ad aumentare lo stock di alloggi pubblici.

Qual ​​è l'obiettivo del Piano abitativo statale 2022-2025?

L'obiettivo di questo programma è aumentare il numero di offerte di alloggi pubblici e stabilire aiuti per l'acquisto fino al 60% di alloggi da parte delle amministrazioni statali, delle loro filiali o organizzazioni subordinate fino al 60% del costo. Questo vale per gli alloggi allo scopo di reintegrare direttamente il fondo statale per gli alloggi.

Le organizzazioni di questa categoria potranno ricevere fino a 700 euro al m2, ma non più del 50% dei costi o 50.000 euro per ogni proprietà. L'affitto non può superare i 10 euro al m2 e sarà calcolato per almeno 20 anni per le persone anziane o disabili con redditi inferiori a cinque salari minimi. Inoltre, il Piano abitativo include un programma per fornire circa 15.000 appartamenti in affitto SAREB sociali e convenienti.

Quali sono i vantaggi del Piano abitativo statale 2022-2025?

Oltre alla preferenza per il modello della convivenza e altri nuovi modi in cui gli spazi pubblici ricevono una superficie più ampia rispetto agli spazi privati. Possono arrivare fino a 420 euro al m2, ma non oltre il 50% del costo, e fino a 50.000 euro per abitazione, che verrà affittata a un prezzo non superiore a 8 euro al m2 a persone che guadagnano meno di cinque volte il salario minimo.

Queste sono le condizioni del Piano di Stato

Il sussidio è concesso in modo che qualsiasi ente privato possa fornire alloggi a prezzi accessibili o in affitto sociale a comunità autonome e comuni. Le agevolazioni saranno previste per un periodo di almeno 7 anni a condizione che le Regioni e i Comuni le affittino ad un prezzo non superiore a 400 euro mensili a persone con redditi non superiori a cinque salari minimi.